• Educazione digitale

    "Educazione Digitale"

    “Ti è mai capitato di parlare con qualcuno e avere la sensazione che non ti stia ascoltando perché concentrato sul suo smartphone? Di avvertire che le nuove generazioni parlino un linguaggio distante anni luce dal tuo? Di tranquillizzare il tuo bambino utilizzando un tablet? Di fronte ai numerosi e profondi cambiamenti che la rivoluzione digitale sta portando, il mondo degli adulti si divide solitamente tra chi è a favore delle nuove tecnologie e chi è contrario. Se si vuole essere educatori nel tempo digitale, però, bisogna trovare una strada nuova. Occorre diventare “educatori funamboli”, in grado cioè di accogliere l’innovazione tenendo sempre presenti gli aspetti irrinunciabili di una buona educazione”…

  • Educazione digitale

    "L'Atlante delle dipendenze" al Salone del libro di Torino #salTo14

    “L’arcipelago delle dipendenze si estende a dismisura: droghe naturali e sintetiche, psicofarmaci, alcol, tabacco ma anche gioco d’azzardo, lavoro, acquisti compulsivi, sesso, cibo, Internet e via seguitando…” Atlante delle dipendenze, a cura di Grosso L., Rascazzo F., Edizioni Gruppo Abele Nell’arcipelago delle dipendenze troviamo anche Internet. Il DSM V, uscito negli USA circa un anno fa, ha escluso questa nuova forma di dipendenza dalle malattie psichiatriche. Lo ha fatto perchè ci sono ancora troppi pochi dati e studi che provano l’esistenza di questa dipendenza ed è giusto essere molto cauti prima di “etichettare” con una diagnosi un fenomeno di cui non si conoscono ancora bene i confini (ne parlo in questo…

  • Disagio della civiltà,  Educazione digitale

    Internet ci può rendere migliori

    La storia di Matt Harding mi ha sempre molto colpito. Matt, conosciuto su Internet per i suoi video con il titolo “Where the hell is Matt?”, è un uomo statunitense di 37 anni. Sul suo sito racconta di essere stato un grande appassionato di videogame e di avere ottenuto in giovane età la possibilità di lavorare come sviluppatore di giochi. Attorno ai 23 anni, essendosi trasferito per lavoro in Australia, decide di prendersi del tempo e di partire per un viaggio prima di dedicarsi al lavoro. I videogiochi, dice Matt, forse non sono l’unica cosa interessante che una persona può fare nella propria vita. Con i soldi messi da parte,…

  • Educazione digitale,  Psicoanalisi

    La rivoluzione digitale rivoluziona la clinica?

    Perchè si parla di rivoluzione digitale? Perchè non limitarsi semplicemente a dire che il digitale ha portato qualche cambiamento nel nostro modo di vivere? Io credo che la rivoluzione digitale sia tale in quanto offre all’essere umano la possibilità di creare qualche cosa che non esiste in natura. Questo significa che se prima con una macchina fotografica potevamo riprodurre solamente immagini prese dall’ambiente reale, oggi è possibile produrre delle immagini anche senza il supporto della realtà. Mi pare un cambiamento enorme che apre alla possibilità di creazione di ciò che non c’è, introducendo anche nella nostra clinica nuove questioni delle quali è necessario tenere conto. Non possiamo infatti limitarci a…